Benvenuti sul sito di Tino ROBOT... scopri tutte le sue fantastiche storie e ascolta le sue canzoni...

domenica 12 febbraio 2012

III cap


Spettatori e spettatrici assistevano insieme ai giochi ed erano seduti su palchetti coperti da tendoni. Al di sotto dei palchi gli atleti, in procinto di prepararsi per le attività, parlavano tra loro.
“Che giochi sono?” - chiese Marco interessato - “assomigliano tanto alle nostre Olimpiadi!”
“Sono dei giochi funebri in onore di un grande “Lucumone” caduto in battaglia un po' di tempo fa.”
 
Molte son le discipline
in cui noi ci cimentiam
siamo atletici e allenati
e ci piace gareggiar…
C’è la corsa coi bastoni,
ed il gioco della Truia
1,
Salto in lungo, e salto in alto,
e la corsa delle bighe!
Eppoi anche il giavellotto
e la lotta, giovanotto,
poi la gara dei fersi 2
e il lancio del piattello
quello si che è proprio bello…


“Che strano modo di commemorare un defunto! E cosa sarebbe un Lucumone?”
“Uhm, diciamo che un lucumone è una specie di sacerdote, che ha anche la funzione di regnante della nostra città. Un qualcosa di molto simile ai vostri re. Noi raseni siamo organizzati così. Ogni città è come un piccolo stato, non so se riesci a capirmi. Anche se parliamo tutti la stessa lingua e abbiamo molte usanze in comune, ogni città ama la sua indipendenza. E tutte e dodici tra le più importanti città della nostra terra sono unite da un patto di fratellanza.”
 
 

____________________________________________________________
1 Gioco della Truia, ancora sconosciute le regole anche se aveva a che vedere con un labirinto dal quale uscivano due cavalieri dopo aver combattuto.
2 Corsa con le maschere. Dalla maschera del Phersu, da cui il nome Corsa dei Fersi (o delle maschere) si fa derivare anche la maschera di Pulcinella.
 

Nessun commento:

Posta un commento