Benvenuti sul sito di Tino ROBOT... scopri tutte le sue fantastiche storie e ascolta le sue canzoni...

mercoledì 12 ottobre 2011

Capitolo 8: Aiuto, aiuto... !!!

Nei giorni seguenti il gatto continuò a portare a palazzo diversi doni ed il Re divenne sempre più curioso di scoprire chi fosse mai questo misterioso e generoso marchese.
Un giorno, durante una di queste visite, il gatto sentì il Re annunciare alla figlia che la mattina seguente avrebbero fatto una passeggiata in carrozza lungo il fiume, ai confini del regno.
Era l'occasione che l'astuto gatto stava aspettando. All’indomani svegliò di buon ora il suo padrone: "Presto padron mio, seguitemi fino al fiume e fate come vi dico. Quando saremo al fiume, fatevi un bel bagno nel punto che vi indicherò. Fidatemi di me come avete fatto fino ad ora e presto diventerete molto ricco."
Il ragazzo, seppur incredulo, seguì le sue indicazioni e quando arrivarono nel punto prescelto si immerse nell'acqua fingendo di affogare.
(scarica il disegno da colorare dal link)
Non passò molto tempo ed ecco che apparve la carrozza reale. Il gatto si precipitò incontro gridando: “Aiuto, aiuto, hanno rapinato il mio padrone, il marchese di Carabas! Lo hanno spogliato e gettato nel fiume. Vi prego, aiutatemi a salvarlo perché non sa nuotare!"
Il re riconobbe immediatamente le grida del gatto, che tanti doni aveva portato a corte e ordinò subito alle guardie di soccorrere il ragazzo invitandolo a salire sulla carrozza, dopo averlo fatto rivestire di tutto punto come un vero nobile.
Il corteo regale riprese il suo viaggio e il gatto corse a precederlo annunciando a tutti il passaggio del Re.
 
(scarica questo disegno dal link insieme a molti altri disegni da colorare)
"Quando passerà di qui la carrozza del re, dite che queste terre appartengono tutte al marchese di Carabas, altrimenti ve ne pentirete!" disse con aria minacciosa ai contadini che stavano lavorando nei campi.
E così , quando la carrozza si avvicinò, il re chiese di chi fossero quelle terre e quei campi così ben coltivati.
"Appartengono tutte al marchese di Carabas!", risposero in coro i contadini.

Evviva hip hip urrà..
Benvenuto maestà
Nel nobile paese
Del marchese di Carabà…
Le vede queste terre
Questi campi di frumento
Sono tutti governati
Dal marchese di Carabà
Di lui si dice che
Sia nobile e cortese
Di lui si dice che
Sia più saggio di un cinese


Il gatto sapeva perfettamente che in realtà tutti quei terreni appartenevano ad un orco, famoso per la sua malvagità. Così decise di fargli una visitina e si diresse con passo veloce verso il suo castello.

[continua]

Nessun commento:

Posta un commento