Benvenuti sul sito di Tino ROBOT... scopri tutte le sue fantastiche storie e ascolta le sue canzoni...

venerdì 14 ottobre 2011

Capitolo 10: Una fortuna inaspettata


(scarica e colora il disegno dal link)


Il giovane non riusciva a credere ai suoi occhi! Era sbalordito per quanto l’astuto gatto fosse riuscito a fare in così poco tempo, e facendosi coraggio invitò il Re e la principessa a visitare il castello.
La giovane fanciulla lo guardava con occhi sempre più innamorati, e il nostro nuovo marchese di Carabas ricambiava con sorrisi galanti.
Quando arrivarono nel salone, trovarono la tavola già imbandita con le portate più prelibate e il Re visibilmente soddisfatto disse:
"Che splendida tavola! E che ricchezza di piatti avete fatto cucinare: selvaggina, dolci di ogni tipo, vino di ottima qualità! Caro marchese siete davvero un gentiluomo e visto l'interesse che mia figlia nutre nei vostri riguardi sarei felicissimo di concedervi la sua mano."
Il gatto sorrideva sotto i baffi lanciando occhiate astute al suo padrone il quale ancora un po' frastornato dal succedersi degli eventi sembrava smarrito e imbarazzato. Così per toglierlo dall'imbarazzo, il gatto iniziò a cantare:

Che splendida occasione
Abbiam da festeggiar
Di certo mio signore
Il marchese accetterà
E proprio un buon partito
È nobile e gentil
Ha modi raffinati
E anche colto è...
Vedrete maestà
Che gran festa sarà
E a voi ormai non resta
Che mettervi a ballar



(scarica e colora il disegno dal link)



Il paese fu in festa per giorni interi. Canti e balli animarono le celebrazioni delle nozze e quel che un tempo era il povero figlio del mugnaio divenne un nobile ricchissimo e amato da tutti i suoi sudditi. Il gatto con gli stivali fu sempre trattato da gran signore, e divenne il consigliere personale del re. E talvolta, quando si stancava di dare la caccia per divertimento ai topi, riprendeva la sua vecchia e cara abitudine di intrattenere gli ospiti di corte esibendo le sue qualità canore.


[Fine] 

Nessun commento:

Posta un commento