Benvenuti sul sito di Tino ROBOT... scopri tutte le sue fantastiche storie e ascolta le sue canzoni...

lunedì 12 settembre 2011

Capitolo Tre: Un incontro inaspettato.

Gandalf sbucò da dietro un cespuglio e rivolgendosi a Papageno disse: “Non mi sembra il caso di urlare così tanto, altrimenti ti farai scoprire…”
“E tu chi sei? “- gli rispose Papageno un po’ spaventato…
“Eh, no… chi sei tu mi stravagante amico…” rispose Gandalf indispettito da quello strano personaggio.
“Facilissimo… io sono Papageno - rispose - servitore della regina Astrofiammante e più precisamente sono il suo ammaestratore di uccellini.
Sai la mia Regina adora gli uccellini e il loro canto armonioso.... e io giro per i boschi in cerca degli usignoli con la voce più bella e li incanto con il mio zuffolo... sono un vero mago sai..."

Papageno arriva lo vedete già
Sempre vispo e allegro trallalà
Per boschi e prati a caccia va,
girando sempre in libertà...
Se i fringuelli sentono il mio fischio,
che guaio corrono che rischio
Posso dirvi senza temerarietà
Che ogni passerotto presto mio sarà!


“Oh, certo…. Un mago… mi vuoi prendere in giro? Se qui c’è un mago quello son io. Il mio nome è Gandalf. - rispose il maghetto - ma sorvoliamo, è meglio. Dimmi piuttosto perché sei così affaticato?”
L’hai visto tu stesso no?? – rispose Papageno facendo finta di  non ricordare il nome del suo interlocutore – come hai detto che ti chiami? Ahh si … Gandulf … Ghendluf… “
“Gandaallllfff” – gli rispose il mago scocciato!
“Ahh… si Gandalf… scusami… allora Gandalf come ti dicevo sono stato inseguito da tre folletti malvagi servitori del nemico più acerrimo della mia Regina: sono i servitori di Sarastro.
Sarastro??? disse Gandalf stupito, ma Sarastro è.... Zitto, zitto stanno per tornare nascondiamoci...

Nessun commento:

Posta un commento