Benvenuti sul sito di Tino ROBOT... scopri tutte le sue fantastiche storie e ascolta le sue canzoni...

lunedì 4 luglio 2011

Cap 4 : Cammino lenta lenta

“Devi sapere amico mio – disse la tartaruga – che tu hai un nome davvero importante e son sicuro che anche Nestore sarà contento di conoscerti.”
Lentamente la tartaruga si mosse prendendo una stradina che tagliava tutto il prato e si inerpicava verso una piccola collinetta, seguita da Ulisse e dalla talpa. 

Si sa, si fa fatica a muoversi così!
Portarsi sulle spalle tutta un’intera casa
Ti rende in po’ impacciato e correre non puoi

Mi piacerebbe un giorno poter uscir di qui..
Lasciare la corazza e correre laggiù
A volte ha i suoi vantaggi, se piove o se fa freddo
Ti fermi e ti ripari e aspetti che esca il sole

Cammino lenta lenta, vado pianin pianin
Si sa, si fa fatica a muoversi così
Ma tu non ti stancare, camminami vicino
Un passo dopo l’altro, non correr più di me…
 
Arrivarono in cima alla collinetta dove Nestore il cavallo, stava pascolando liberamente.
“Quanta gente oggi da queste parti” disse Nestore scrollando la sua folta criniera.
“Su, su, amico mio, non ti lamentare,” gli rispose la tartaruga “ti voglio presentare un fanciullo dal nome davvero interessante.”
“Ah davvero ?” rispose il cavallo “e chi sarebbe?”
“Si chiama Ulisse” disse con molta circospezione la tartaruga. “Si si hai capito bene, Ulisse. Era da molto tempo che non incontravamo un bambino con questo nome.”
Nestore lanciò un nitrito acutissimo e scrollando la criniera prese a caracollare per il prato girando attorno ai tre per poi fermarsi davanti ad Ulisse. Lo fisso a lungo negli occhi, sbuffando e soffiando dalle narici.

Nessun commento:

Posta un commento