Benvenuti sul sito di Tino ROBOT... scopri tutte le sue fantastiche storie e ascolta le sue canzoni...

mercoledì 15 giugno 2011

Capitolo NOVE

Un improvviso rullo di tamburo interruppe la narrazione del commediografo e nuovamente il buffone fece il suo trionfale ingresso nel salone cantando.

[Buffone] Che bella storia allegra, è un vero varietà…
Già piango e mi dispero per come finirà
Orsù, fate il favore, cambiateci il fin al
Voi siete così bravo, che mai vi costerà

[Regina] Passata è la misura, non vi sopporto più,
Già ve lo avevo detto, state lontan di qua
Scusatelo messere, l’invidia è tanta che
Se voi non finirete, mai più lui dormirà…

[Buffone] Oh no, o mia Regina, mi son commosso assai
Sentir di queste storie così piene di guai
Ci vuole un gran talento per scriverle così
Ma or suvvia ridete, guardate cosa ho qui… *


* [apre una scatola magica dalla quale esce un buffone in miniatura che dondola agganciato a una molla]


William, sorrise divertito chiudendo il suo manoscritto, rivolgendo un sorriso benevolo al buffone:


[Willy] Abbiate pazienza mia Regina, per questa sera altro non ho da narrare. Fin qui è giunto il mio copione, già ve lo dissi era incompleto e manca ancora di finale.


[Regina] La vostra storia amico mio carissimo, mi tocca e incanta il cuor. Qualsia il final che sceglierete siate certo che da qui a cent’anni tutti ancor narreranno la storia dell’amor di Romeo et di Giulietta.

Poi si voltò verso il buffone e questa volta con aria benevola gli disse:

[Regina] Suvvia buffone mio, è giunto il vostro turno, chiamate i musicanti e date il via alle danze…


[Buffone] Evvia mia Regina, evviva l’allegrezza
Entrate musicanti e fateci ballar
Le danze, e i saltarelli sian lieti, gai e belli
Che il vino scorra a fiumi e allieti i nostri cuori

E voi caro poeta avete gran talento
La vostra storia è stata per noi un sol tormento
Il cuore m’ha toccato vi porgo le mie scuse
Amici come prima, … ballate mia Regina…



[FINE]








Nessun commento:

Posta un commento