Benvenuti sul sito di Tino ROBOT... scopri tutte le sue fantastiche storie e ascolta le sue canzoni...

lunedì 7 febbraio 2011

Cap. VII - Non esser cos' triste...

Gina era molto dispiaciuta e tentò di infondere un po' di fiducia e di coraggio al piccolo coccodrillo.



Non esser così triste
su dai facci un sorriso
vedrai risolveremo
questo tuo problema
Ho già una mezza idea
di cosa devo fare
ma tu non disperare
e vieni qui a cantar. 

Lo sai ho tanti amici
fra tutti gli animali
han preso tutti a cuore
la tua situazione.
Ma ora fai un sorriso
e non ti rattristare
è sempre così bello
vederti canticchiare

 

Il giorno successivo al calar del sole Gina tornò al giardino zoologico. Gli altri animali già stavano animatamente discutendo.
Le indagini fatte dalla scimmietta avvaloravano l'ipotesi che mamma coccodrilla fosse stata rapita, almeno a giudicare dalle tracce lasciate dai pneumatici di un furgone trovate nei pressi del recinto.
Chi può aver fatto una cosa simile … ” esclamò Otto l'ippopotamo.
E che sarà ora delle sue uova..” fu il commento di Ello il serpentello. “Ma poi, dico io – intervenne Pigro il tigrotto – perché rubare un coccodrillo e le sue uova. Per fare cosa, dico io?”
Gina ascoltava in silenzio e alle parole di Pigro le si illuminò una lampadina. “Lo so io perché – intervenne subito dondolando a destra e a sinistra la testolina – per farci scarpe e borsette, e indovinate un po' chi fabbrica scarpe e borsette nella nostra città?”
Un mormorio di generale disapprovazione si diffuse fra gli animali e proprio in quel momento Brillo sbucò dal cespuglio dove si era nascosto raggiungendo tutti gli altri animali.


Nessun commento:

Posta un commento